Abiyoyo
L
Photos selected by geographical proximity
R
Related guides
More
Itinerario aristocratico tra Ville e Palazzi
Un altro itinerario interessante è quello che amiamo definire “aristocratico” ossia un tour dei palazzi più importanti da un punto di vista storico ed architettonico che servono ulteriormente a rendere appieno l’idea di una località visitata. Nel caso di Chiavari possiamo consigliare:
Palazzo Rocca, circondato dal bel parco, quest’ultimo ha visto un restauro dei suoi elementi architettonici presenti e del ripristino di molte specie botaniche che una volta allignavano e che l’incuria aveva fatto perdere. Il palazzo della prima metà del Seicento conobbe un ulteriore ampliamento nel Settecento. Dal 1912 è di proprietà comunale, essendo  stata data in dono dal Cav. Giuseppe Rocca, suo ricco e facoltoso proprietario. Nelle vecchie scuderie trova collocazione il “Museo archeologico per la Preistoria e la Protostoria del Tigullio” e la “Galleria Civica”. Nel 1959, nelle sale del secondo piano, si è sistemato il Museo del Risorgimento e già sede della Società Economica e della Biblioteca cittadina; nel 1979 assumerà l'odierna denominazione di Museo Storico. La Società Economica fu fondata nel 1791 dai nobili, dai borghesi e dai Padri delle locali scuole Pie, entrambi attivi nel settore economico e culturale. Il marchese chiavarese Stefano Rivarola, ambasciatore a San Pietroburgo alla corte di Caterina II di Russia per la Repubblica di Genova, ne fu uno dei massimi promotori.
Il palazzo di giustizia, in piazza Giuseppe Mazzini è sede del tribunale e fu costruito sul finire dell’Ottocento in stile medievale con strutture che sanno di gotico toscano.
Palazzo Marana, in barocco genovese risale alla prima metà del Settecento.
Il castello di Chiavari. Una scala a gradoni che segue la parte settentrionale delle antiche mura della cittadina ci conduce alle sue rovine, è visibile solo la torre. Risale al XII° sec. e fu fatto costruire per opporre resistenza alla vicina cittadina di Lavagna.
Il palazzo vescovile è sede del museo di Fisica e di quello Diocesano. La sua raccolta di quasi 300 strumenti scientifici divisi in tre sezioni: Gabinetto di Fisica, Sismologia e Meteorologia è molto interessante. Ci sono visite guidate gratuite nei giorni di apertura, ossia il martedì ed il sabato dalle 9 alle 12. Mentre il Museo Diocesano, aperto dal 1984, ospita oggetti, dipinti , tessuti ed ogni genere di produzione artistica proveniente dalla diocesi chiavarese. Si possono ammirare alcuni dipinti della Madonna col Bambino provenienti dalla locale chiesa di San Giovanni Battista, ed altre tele ed oggetti sacri provenienti dalle chiese di Santa Margherita Ligure, Rapallo, Moneglia e Sestri Levante.
Palazzo Torriglia, in Piazza Mazzini, 1 risalente al XVII° sec. accoglie una quadreria che si compone di opere di scuola genovese, veneziana, bolognese e napoletana.
E' visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle15,30 alle18 ed il sabato dalle 9 alle 12.
L’Italia, il Bel Paese come nel suo libro, sul finire dell’ottocento, la definì l’abate Antonio Stoppani, studioso e letterato,... continue »
Una lingua di terra stretta tra mare e monti, la Liguria è tutta uno scorcio: dal labirinto dei vicoli genovesi alla frastagliata Riviera di Levante... continue »
Comments
Related TAGS
No comments yet.
To comment you have to log in. Not registered yet? Sing up here.
Copyright © 2010 Abiyoyo SL | All rights reserved. | Privacy | Terms and conditions.
"in this ugly time, the only true protest is beauty" (Phil Ochs)